Giovedì 22 Febbraio 2024
HOME COMPANY ENOLOGY ENODB SERVIZI INFO
 
 
Mese   
Anno
 
19.10.2005
  
A MODENA LA GIORNATA CHAMPAGNE 2005 di Piero Valdiserra
 

18 ottobre 2005

Contrappasso alla modenese. Nella settecentesca Villa Cavazza di Solara, a una quindicina di chilometri da Modena, nel cuore di quella campagna rinomata per la produzione del Lambrusco di Sorbara, si è svolta l’edizione 2005 della Giornata degli Champagne, l’evento annuale organizzato dal Centro Informazioni Champagne per l’Italia.

Alla manifestazione hanno partecipato 45 marche distribuite nel nostro Paese, con 135 diverse tipologie di Champagne, tra brut sans année, millesimati e rosé.

L’iniziativa è coincisa con un momento di mercato nuovamente felice per le bollicine nobili di Francia. Gli italiani si confermano infatti i terzi consumatori al mondo di Champagne, Francia esclusa: per valore delle bottiglie spedite, l’Italia è preceduta soltanto da Regno Unito e Stati Uniti, rispettivamente al primo e al secondo posto.

Per quanto riguarda le tipologie, il Belpaese continua ad apprezzare le cuvée di maggiore pregio. Gli Champagne millesimati – quelli cioè ottenuti dalle uve di una sola annata – rappresentano il 7,3% delle spedizioni, mentre le cuvée speciali raggiungono il 5,6%. Confermatissima la crescita delle importazioni dei rosé, balzati dalle 188.000 bottiglie del 2003 alle 269.000 del 2004 (vale a dire uno strepitoso +43%!).

“L’Emilia è forse la terra che per prima in Italia ha aperto le porte della sua tradizione gastronomica allo Champagne e ne ha anticipato il consumo come vino da tutto pasto” ha commentato Domenico Avolio, direttore del Centro Informazioni Champagne per l’Italia. “Portare a Modena un evento unico come la Giornata degli Champagne rappresenta anche un omaggio a questo rapporto mai interrotto.” Come dargli torto, se si pensa agli splendidi abbinamenti che si possono realizzare sposando la ricca cucina emiliana al regale perlage di Reims.

Il Centro Informazioni Champagne, organizzatore dell’evento modenese, rappresenta in Italia il CIVC (Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne). Il CIVC, con sede a Epernay, riunisce e rappresenta tutti i viticoltori e le maison della Champagne. In Italia la missione del Centro si focalizza soprattutto sulla difesa e sulla promozione della denominazione Champagne sul mercato italiano (per informazioni: tel. 02 8942 3642).

 

Piero Valdiserra  

 

Enology.it © 2003 - Tutti i diritti riservati | disclaimer | copyright |